ortisIl progetto “La Grande Nunziatella” ha come obbiettivo quello di garantire agli allievi, tramite l’acquisizione della Caserma “Nino Bixio”, la possibilità di usufruire di strutture moderne ed ampie. Dove andrà il Rosso Maniero?

Il progetto prevede che il Rosso Maniero, la sede storica ed attuale della Scuola, mantenga sempre il ruolo di “casa degli Allievi e delle Tradizioni”. Un college per tutti gli Allievi dei tre Corsi, comprendente: camerate
moderne (capienza unitaria non inferiore a quella per un’intera “squadra con istruttore”), dotate di
servizi adeguati ed aree complanari attrezzate per studio volontario; una mensa ampliata. Una serie
di aree per le funzioni di testimonianza storica e delle tradizioni, già presenti ed ampliabili nell’antico


complesso monumentale (il Museo della Scuola, la Chiesa, l’Aula Magna, le zone di rappresentanza,
i cortili piccolo e grande, il Circolo Ufficiali, ecc.). La storica sede verrebbe così conservata, nonché
riqualificata per poter ospitare sino a 460 allievi. Sarebbero demoliti gli edifici realizzati in epoca
recente intorno al Cortile Vittorio Veneto (grande) per renderlo una splendida Piazza d’Armi aperta
verso il golfo e dotata di un profondo parcheggio sotterraneo (più di 100 posti auto).
L’acquisita Caserma Bixio comprenderebbe invece: le aule per didattica e studio, nonché i laboratori
scientifici, linguistici, ecc.; gli impianti sportivi; gli uffici; i servizi generali; gli alloggi per ufficiali,
sottufficiali e truppa; un vasto cortile centrale con parcheggi sotterranei; una grande biblioteca; un
centro congressi per eventi istituzionali maggiori. I nuovi impianti sportivi (in grado di ospitare anche
eventuali manifestazioni/attività con altri Istituti di formazione cittadini) verrebbero collocati nei
terrazzamenti rivolti al golfo; sul primo livello, 3 campi scoperti, aperti verso il mare, di dimensioni
differenziate ed adatti a più sport; al secondo livello interrato, ma sempre aperto al mare, è prevista
una piscina da m. 25x12, una palestra polivalente da m. 40x40 ed una minore da m. 12x12, oltre ai
servizi e alle tribune.
I due complessi (Rosso Maniero e Bixio) sarebbero collegati ed integrati fra loro attraverso un agevole
percorso pedonale pergolato, posto sul bordo del terrazzamento verso il mare, ricalcando il pregio
paesaggistico già esistente nel 1700.
Confidiamo che le Istituzioni competenti promuovano ora una rapida attuazione del progetto con
le soluzioni delineate e già molto apprezzate dalle stesse Istituzioni, locali e nazionali.

Quali sono i progetti circa l’inserimento del progetto nel tessuto sociale napoletano?

Quanto al rapporto osmotico Scuola-Città, il progetto prevede, oltre agli impianti sportivi fruibili
pure per eventuali manifestazioni organizzate con altri istituti cittadini, anche una serie di funzioni
ed aree accessibili a ricercatori o pubblico, allocate nella quarta ala della Bixio che si affaccia verso
sud. Un polo museale e di studi che ospiti: la Biblioteca dell’Istituto degli Studi Filosofici; l’intera
biblioteca della Nunziatella, allo stato allocata, per carenza di spazi, presso la Biblioteca Nazionale
di Napoli; un Museo sulla “Rivoluzione del 1799”. Verso l’esterno è previsto anche
l’auditorium/centro congressi (550 posti) già citato ed un teatro all’aperto, fronte Castel dell’Ovo.
La creazione di tali funzioni accessibili al pubblico, la disponibilità delle rampe e del nuovo ascensore
pubblico in costruzione a ridosso della Bixio verso il mare, contribuirebbero significativamente ad un
rilancio culturale, economico, sociale, turistico di tutta l’area di Pizzofalcone/Monte Echia.

Cosa darà “La Grande Nunziatella” alla Scuola?


Darà un assetto strutturale ed infrastrutturale ampliato, moderno, all’altezza delle ambizioni più nobili; darà infatti alla Scuola le opportunità migliori per consolidarsi nella sua tradizione di Istituto di formazione d’eccellenza e d’avanguardia, anche a livello internazionale. In effetti, un assetto da “Grande Nunziatella” potrà offrire alla nostra Scuola, la più antica d’Europa, l’opportunità di ben candidarsi anche come prima Scuola Militare Europea.


Cosa maggiormente ti entusiasma di questo progetto?


La prospettiva che la Nunziatella, la nostra Scuola, l’Istituto a cui sono profondamente legato da un debito di gratitudine inestinguibile per l’impareggiabile dono formativo che mi ha regalato, possa proiettarsi in un futuro posizionamento istituzionale sempre più prestigioso. Ciò a vantaggio di altri e tanti giovani che, da allievi, possano vivere un’esperienza, di formazione e di vita, capace di offrire, loro tramite professionale (civile o militare), un contributo positivo a beneficio delle nostre Patrie: l’Italia, l’Europa e tutte le Comunità allargate, internazionali a cui apparteniamo ed a cui appartiene il futuro dello sviluppo dell’umanità.

Offri qualcosa!

Contatta la Sezione


Compila i campi sotto. Ti risponderemo il prima possibile..


Nome e Cognome(*)



Corso

Invalid Input

E-mail(*)

Invalid email address.

Inserisci codice(*)
Inserisci codice

Invalid Input





Calendario degli Eventi della Sezione Ex-Allievi Lombardia