a cura di Giulio Ainis (Corso 58-62)

Nell’ormai lontano 2000, dopo anni di “associativismo dormiente” fui risvegliato da un certo Massimo Scivicco, (65/68) presentatomi dal mio compagno di corso e amico carissimo Cesare Vicario (58-62).
La sua grinta verbale, che si concretizzava in un fiume di parole e di idee, sconvolse la mia vita pacifica e mi spinse ad attivarmi nella Sezione Lombardia. Conoscevo bene la Sezione anche grazie a mio padre Ferdinando (1909-12) che aveva partecipato (coinvolgendomi in alcune occasioni) alle prime riunioni che Giorgio Simeone vi ha ben raccontato nel suo recente intervento.

Ma, ripeto, ero “dormiente” e dopo il risveglio il mio coinvolgimento con Massimo fu totale : era il coinvolgimento personificato e “ guascone “ da cui non ci si poteva salvare !
Tutti ne erano coinvolti, anche coloro che non ne condividevano al 100% le idee ed in particolare modo ciò si evidenziava nelle manifestazioni o incontri di carattere militare o civile della città di Milano e non è un caso che il Gen. De Milato, Comandante Militare Esercito Lombardia ed ex Istruttore della Nunziatella, vedendoci, ogni volta, esclamasse “Ecco la Nunziatella, sempre presente !!!!”.
Soprattutto i giovani che si sentivano coinvolti in prima persona e pienamente responsabilizzati. Non erano i garzoni di bottega, ma i collaboratori ascoltati, stimolati e guidati. Il Segretario era un ragazzino (e lo è ancora) Francesco De Lisi (92-95), il Tesoriere Silverio Di Girolamo (84-87) e poi c’era Carlo Volpe (94-97), Mario Navas (99-02), Amedeo Valzer (94-97) …….

Anche i più anziani (o meno giovani) come me, vedevano in Lui la speranza di un continuo rinnovamento nel rispetto delle tradizioni. La sua carica emotiva e l'entusiasmo erano sentiti ed apprezzati da tutti gli ex Allievi.
Con Massimo la Sezione Lombardia ha assunto un ruolo importante anche a livello nazionale partecipando ed incidendo sull'esito di molte Riunioni del Consiglio Nazionale dell’Associazione.
Le successive Presidenze di Manuel Di Casoli (81-84) e Iridio Fanesi (54-58) hanno proseguito nel coinvolgimento di tanti ex-allievi, soprattutto giovani. In particolare, nel ricordo di Massimo che ci ha lasciati improvvisamente il 1 Novembre del 2013, entrambi proponevano di intestare la Sezione Lombardia alla memoria di chi, fino all’ultimo istante, ha creduto nella Scuola Militare Nunziatella, anche, in prospettiva futura, come “ Scuola Europea”.
L'Assemblea, con decisione unanime, approvava la proposta con la segeunte motivazione :

 

scivicco